Come fare networking quando non ci sono eventi di networking

La pandemia ha accelerato lo sviluppo delle piattaforme di networking online per rispondere alla necessità dei professionisti di incontrarsi.

Che il nostro modo di relazionarci stia cambiando è un concetto che ormai suona ridondante e da cui il mondo del lavoro non può sfuggire. Si tratta di una dinamica resa ancor più evidente dalle novità introdotte dalla pandemia, che hanno accelerato i processi avviati dalla digitalizzazione ridisegnando le dinamiche degli incontri professionali e le modalità di networking. In questo contesto le risorse tecnologiche sono state impiegate con inventiva per poter generare soluzioni in grado di creare opportunità oltre a risolvere problemi. 


I vantaggi del networking online


Proprio nel momento in cui sembra più difficile farlo, è particolarmente importante creare e mantenere connessioni, così da poter essere parte dei cambiamenti in atto. Infatti, ciò che inizialmente può apparire come un ostacolo può rivelarsi uno strumento importante per valorizzare le relazioni personali e favorire lo sviluppo della propria carriera.  La tecnologia utilizzata in risposta al distanziamento sociale rende più difficile capire gli altri dato che si pone come filtro che limita le possibilità della comunicazione non verbale. Tuttavia, ci permette di espandere la nostra realtà e di entrare in contatto con altre persone anche quando ci troviamo in condizioni che limitano la nostra possibilità di spostamento fisico e quindi di incontro. 


La riduzione degli eventi fisici finalizzati al networking e del tempo trascorso nei luoghi di lavoro ha lasciato spazio allo sviluppo dei social media, delle piattaforme di videoconferenza e non solo. Questi strumenti sono entrati a far parte della normalità dei professionisti, ma è importante tenerne a mente le potenzialità per sfruttarle al meglio.


Ridefinizione della geografia del lavoro


Con l’avvento dello smart working abbiamo imparato a collaborare da remoto, spesso scegliendo liberamente dove passare la propria giornata lavorativa. La geografia degli spazi di lavoro si è così completamente ridisegnata: la distanza fisica ha ormai smesso di essere un ostacolo, per rivelare il suo essere possibilità di vicinanza. Questo paradosso fa sì che oggi sia possibile entrare in contatto con persone molto lontane con la stessa naturalezza con cui incontriamo chi prima incontravamo nel nostro luogo di lavoro. L’abitudine che abbiamo sviluppato verso la comunicazione online ci permette di partecipare con disinvoltura a meeting, talk e altri eventi di networking online e di abbattere le barriere fisiche, permettendoci di fruire di possibilità che prima sarebbero state fuori dalla nostra portata.


Ottimizzazione dei tempi


Gli incontri professionali online hanno il vantaggio di non richiedere spostamenti dispendiosi, il che permette agli organizzatori di invitare ospiti che prima sarebbero stati fuori portata, come personalità influenti nel proprio settore e ricercatori di alto livello. Infatti, quando oggi si chiede a qualcuno di intervenire per 15 minuti in una talk, si sta realmente chiedendo una partecipazione che non andrà oltre quel lasso di tempo. Si tratta di un’opportunità importante per chi desidera espandere la propria rete professionale, che avvicina i lavoratori di diverso livello e offre possibilità di interazioni significative in grado di fornire occasioni di crescita e nuovi punti di vista.


Focalizzazione degli incontri


Il modo in cui funzionano i social network dedicati al lavoro ci consente di  raccogliere informazioni sulle persone che desideriamo conoscere prima di entrarvi realmente in contatto. Questa caratteristica, insieme alla frequente reperibilità delle liste dei partecipanti agli eventi online, permette di ottimizzare le propria ricerche focalizzando i propri sforzi per il raggiungimento di incontri professionali individuali. Questi ultimi sono spesso raggiungibili più facilmente di quanto possa sembrare: un breve messaggio o e-mail ben scritto in cui si spiegano le ragioni del proprio interesse verso l’altro può essere in grado di stimolare la curiosità dell’altro. Questa dinamica lascia meno spazio all’imprevedibilità caratteristica delle situazioni offline, permettendo agli interessati di prepararsi ai meeting e massimizzare così i risultati.


Le best practice restano le stesse ma aumentano i tool


In questo scenario costruire una rete di conoscenze può sembrare un po’ più complicato. Tuttavia, ciò che funzionava prima della pandemia vale ancora: intraprendenza, empatia, autenticità e determinazione restano le chiavi per avviare relazioni di successo. Altri elementi hanno invece acquisito più importanza, come il valore della propria presenza online. Quest’ultima dipende inevitabilmente dalla capacità di saper descrivere e valorizzare se stessi in modo efficace districandosi fra la creazione di profili, bio e descrizioni delle proprie mansioni e risultati ottenuti.


Per raggiungere questo obiettivo è necessaria un’ottima capacità di scrittura e di sintesi oltre alla conoscenza dei social media e delle nuove piattaforme destinate al networking online. Sono questi strumenti fondamentali e in continua crescita, pertanto è fondamentale porre costante attenzione al loro sviluppo, così da poterli sfruttare al meglio e continuare a cercarne di nuovi. Infatti, spesso sui siti di recente creazione può risultare più semplice emergere e farsi notare.


Table of contents

Entra nella community per i remote workers che vogliono crescere insieme!

Thank you! Your submission has been received!
Oops! Something went wrong while submitting the form.
Iscriviti a Zwap
Post recenti

Non restare indietro,
prendi parte al futuro con noi.

Scrivici
© 2021 Zwap. All rights reserved. P.I. 02872710906