Meeting one-to-one: consigli per affrontarli

Lo smart working ha reso normali i meeting one-to-one, ma è importante saperli affrontare al meglio per svilupparne le potenzialità.
Networking grazie ai meeting one-to-one

Tecnologia relazioni umane: un mix vincente


Mentre ci si abitua allo smart working, non va sottovalutato il potenziale dei diversi mezzi di comunicazione digitale. 

L’uso efficace degli strumenti entrati a far parte della quotidianità permettono di trasformare le sfide portate dal lavoro da remoto e dalla carenza di eventi di networking in opportunità. Infatti, questa situazione permette di essere parte di team diffusi e di entrare in contatto con persone vicine e lontane con facilità. Una certa dose di intraprendenza e coraggio restano la base per creare connessioni nuove e rafforzare quelle già esistenti, ma ora più che mai vale la regola secondo la quale “chi non risica non rosica”. Non solo, spesso si rimane sorpresi dal senso di sicurezza che si ottiene dall’utilizzo corretto dei tool oggi disponibili.


I meeting one-to-one

Fra le modalità quelli che meglio restituiscono la spontaneità degli incontri che sono stati diradati dalla pandemia troviamo i meeting one-to-one, cioè gli appuntamenti professionali online fra due persone. Aiutano a costruire rapporti basati sull’empatia e sulla comunione di intenti, permettendo di rafforzare il proprio network e generare nuove connessioni. È l’equivalente di una chiacchierata a quattr'occhi ed è un ottimo modo per conoscersi, instaurare fiducia reciproca, evitare fraintendimenti, scoprire quanto si ha in comune e stringere legami fondamentali per lo sviluppo dei propri progetti e carriera.

L’importanza della prima impressione

Prendere dimestichezza con i meeting one-to-one, dargli la giusta importanza e tenere a mente qualche accortezza per gestirli al meglio risulta fondamentale per prendere il meglio dalla situazione attuale e sviluppare le potenzialità che porta con sé.

Siamo ormai abituati a un tipo di interazione scritta che tramite chat e email mira all’efficienza, ma che può rivelarsi riduttiva per quanto riguarda il fluire di conversazioni e idee. 

Per questo le videochiamate tra due persone si rivelano essere il mezzo di comunicazione digitale tramite il quale è più facile entrare in confidenza: sapere di avere del tempo a disposizione e di avere un interlocutore interessato porta le persone a sentirsi a proprio agio e a lasciarsi andare. Insomma, quanto di più simile a un incontro vis-à-vis!

Ragazzo Networking online

Consigli per affrontare un meeting one-to-one

Che si tratti di parlare con un contatto appena entrato nel proprio network, o di fare la conoscenza di un nuovo superiore o collega, i primi incontri possono portare un po’ di ansia anche quando sono online. D’altronde hanno il potere di definire il tono di voce, le modalità e gli obiettivi di una collaborazione ed è importante gestirli con serenità per poter trasmettere con sicurezza i propri valori e la propria attitudine. Il nostro consiglio è di essere spontanei e vivere l’incontro esattamente come lo si farebbe di persona: 

4 consigli concreti

  1. Raccontare qualcosa di sé, porre delle domande per cercare dei punti in comune, alleggerire l’atmosfera e mettere a suo agio l’altra persona;
  2. Aprirsi, raccontare la propria visione e non avere paura di fare brutta figura ricordando che se la call sta avendo luogo è perchè ci sono due persone ugualmente interessate a conoscersi;
  3. Permettere alla conversazione di fluire in modo naturale, così da scoprire quanto l’altro ha da offrire e non forzare eccessivamente in una certa direzione, cercando comunque di toccare tutti gli argomenti di cui si vuole parlare per non perdere l’occasione di confrontarsi.
  4. Se è andato tutto bene, non nascondere il proprio interesse verso un secondo meeting e non esitare a fissarne già la data, così da permettere a entrambi di organizzarsi in maniera ottimale.


Bonus: altri tips da tenere a mente!

Le regole per una buona conversazione valgono anche online: non interrompere, lasciare spazio alle riflessioni altrui, dedicare completamente la propria attenzione all’altro sono solo alcuni esempi di come valorizzare l’incontro.

Allo stesso modo, per quanto possa sembrare scontato, è fondamentale dare la giusta importanza al tempo che ci viene dedicato, evitando di spostare o annullare all’ultimo momento gli appuntamenti.

Per lo stesso motivo non esitare a prendere nota di quanto viene detto: poter rileggere i propri appunti in qualsiasi momento può sempre tornare utile per trovare idee, soluzioni e spunti per i prossimi incontri, oltre ad aiutare a evitare dispersivi messaggi o email.

Ricorda inoltre che i meeting one-to-one sono spesso la sede migliore per dare e ricevere feedback di valore: non avere paura di spiegare le tue idee, chiedere ed esprimere opinioni sincere, potrebbe passare del tempo prima che ricapiti l’occasione giusta per farlo.

Può essere più probabile in alcuni casi sentirsi a proprio agio parlando con gli altri di persona, ma affrontare questioni complesse evitando email e messaggi rende più facile collaborare da remoto e instaurare un rapporto di fiducia.
È solo questione di abitudine sviluppare la capacità di rendere efficaci le call, che non dovrebbero mai smettere di essere considerate un’occasione importante per allargare le proprie conoscenze, approfondire i rapporti e muovere passi importanti verso il raggiungimento dei propri obiettivi.


Table of contents

Entra nella community per i remote workers che vogliono crescere insieme!

Thank you! Your submission has been received!
Oops! Something went wrong while submitting the form.
Unisciti alla community

Post recenti

Zwap
La community per builders e innovatori che vogliono espandere la propria rete e accelerare la propria carriera.
© 2022 Zwap. All rights reserved. P.I. 02872710906
loghi partner