Come e perché iniziare a collaborare con un/a professionista freelance

Quali sono tutti i vantaggi di assumere un/a professionista freelance e qual è il segreto per iniziare una collaborazione di successo? Ecco qualche consiglio.
I
5 min
quattro persone in ufficio collaborano a un progetto

Cerchi una persona con competenze molto specifiche per lavorare a un nuovo progetto?

Ecco uno dei casi da manuale in cui assumere un professionista o una professionista freelance è la soluzione migliore per la tua attività.

Startup, agenzie creative e aziende di qualsiasi dimensione fanno i conti regolarmente con lanci, campagne o impegni che mettono a dura prova i dipendenti: in questi casi, la flessibilità e la preparazione di chi lavora come freelance diventa essenziale per rispondere con efficacia alle loro necessità.

Ma quali sono tutti i vantaggi di assumere uno o più freelance e come dare il via a una collaborazione di successo? Ecco qualche consiglio.

Ma prima, cosa vuol dire freelance?

Secondo i dati dell’ISTAT e di Eurostat, in Italia si contano oltre 8 milioni di partite IVA, di cui 6,2 milioni risultano attive. Di queste, quasi la metà interessa persone fisiche, ovvero persone che lavorano in maniera autonoma, senza un contratto esclusivo da dipendente con un’azienda.

Chi è freelance lavora quindi con clienti diversi con necessità diverse, ai quali propone un preventivo dei propri servizi che può contenere una tariffa oraria (in base al numero di ore di lavoro da svolgere) o a progetto (in base all’obiettivo che il cliente vuole raggiungere).

Una ricerca di Contra rivela che la maggior parte dei freelance segue da due a quattro clienti allo stesso tempo e che la maggior parte di questi viene pagato a ore (anche se chi si occupa di scrittura, content marketing e gestione dei social media preferisce essere pagato a progetto).

Perché collaborare con chi è freelance?

Non esiste un momento ideale in cui iniziare a collaborare con un o una freelance, ma di sicuro ci sono situazioni in cui una persona che non fa parte dell’azienda può essere di grande aiuto. Ecco qualche esempio:

  • Quando si inizia un progetto che richiede competenze specifiche, come ad esempio una campagna di e-mail marketing, lo sviluppo di un sito web, la creazione di un logo;
  • Quando si ha bisogno di un punto di vista esterno, imparziale e competente;
  • Quando si lavora con clienti internazionali e che lavorano in fusi orari diversi;
  • Quando il carico di lavoro sui dipendenti diventa eccessivo e si ha bisogno di un paio di mani in più.

In tutti questi casi, al cuore della collaborazione tra cliente e freelance rimane sempre il rispetto reciproco e la condivisione di valori.

Il rispetto nasce dall’accordo delle due parti sul tipo di lavoro da svolgere e sulle tempistiche da rispettare. Dal suo punto di vista, infatti, chi lavora come freelance si impegna a fornire un servizio di alto livello, dato che essere freelance vuol dire essere pienamente responsabile della propria formazione professionale. 

Oltre al rispetto, un’altra componente fondamentale del rapporto cliente-freelance è la condivisione di idee, credenze e aspettative comuni.

Come spiega il graphic designer freelance Aljournal Franklin II, infatti, non è raro che prima di accettare un lavoro un o una freelance si chieda: “Sono d’accordo con questo set di valori? È un lavoro che farò con piacere? Vorrò farlo di nuovo?”.

Se la risposta è sì, è molto probabile che la collaborazione inizi con il piede giusto. 

Come collaborare con uno o più freelance?

Dalla ricerca della persona giusta alla consegna del progetto, ecco qualche consiglio per una collaborazione di successo:

  • Stabilisci il tipo di professionista di cui hai bisogno e inizia a fare un po’ di ricerca. Zwap è sempre un’ottima idea per conoscere da vicino la persona di cui potresti aver bisogno, specialmente se si tratta di developer, marketer o designer;
  • Metti in chiaro fin da subito le tue aspettative e spiega chiaramente l’obiettivo del progetto;
  • Se ne senti il bisogno, metti alla prova le persone che hai selezionato con un piccolo test (pagato, ovviamente!). Se sei alla ricerca di una persona che si occupi del tuo blog, chiedile di scrivere un breve articolo di prova; se cerchi uno sviluppatore o una sviluppatrice, fagli progettare una finta landing page;
  • Una volta che hai scelto la persona giusta e aver accettato il preventivo, condividi tutte le risorse di cui potrebbe aver bisogno: presentazioni, grafiche, documenti, moodboard, etc.;
  • Stabilisci un canale di comunicazione e un orario che vada bene per entrambi e rispetta i termini del preventivo;
  • Al termine della collaborazione, ricordati di dare un feedback e assicurati saldare la fattura nei tempi previsti.

Bonus track: Se il risultato ti soddisfa, consiglia la persona con cui hai collaborato ad altre aziende alla ricerca di freelance o scrivi una buona raccomandazione su LinkedIn o Google!

Table of contents

Entra nella community per i digital workers che vogliono crescere insieme!

Thank you! Your submission has been received!
Oops! Something went wrong while submitting the form.
Unisciti alla community

Post recenti

Zwap
La community per builders e innovatori che vogliono espandere la propria rete e accelerare la propria carriera.
© 2023 Zwap. All rights reserved. P.I. 02872710906
loghi partner